salta la navigazione

Flash Player non trovato: lo puoi scaricare qui.

AttivitÓ Promozione culturale

Decrescita

allegato ALLEGATI

Sono due gli eventi di presentazione del numero monografico della rivista "L’Ippogrifo" sul tema della “Decrescita” e che raccoglie i materiali elaborati nel percorso di riflessione sul tema dell’attuale modello di sviluppo socio-economico realizzatosi nel contesto del progetto "Oltre la crescita - percorsi innovativi per lo sviluppo sostenibile glocale".

- Mercoledý 17 maggio 2006 presso la Sala Atti "F. Cacciaguerra" facoltÓ di Scienze Politiche dell’UniversitÓ degli Studi di Trieste - Piazzale Europa 1 Trieste alle ore 17.30

- Giovedý 18 Maggio 2006 presso la sala consiliare della Provincia di Pordenone (Sede centrale in Corso Garibaldi) alle ore 18.00


Riportiamo qui di seguito l’articolo di introduzione presente nella rivista.

Oltre la crescita

Il crescente disagio economico, sociale e morale che come cittadini sperimentiamo quotidianamente ha spinto il Forum del Terzo Settore della Provincia di Pordenone ad allargare la riflessione in Regione sull’attuale modello di sviluppo. In particolare, abbiamo posto sotto i riflettori della critica l’assunto che oggi sembra costituire uno degli ultimi tab¨ del paradigma economico dominante nelle societÓ occidentali: la crescita economica illimitata. Questo concetto, infatti, sembra essere entrato nell’immaginario collettivo generale - non solo degli addetti ai lavori - come l’unica strada percorribile per raggiungere o mantenere un livello di vita soddisfacente e per garantire il benessere alle future generazioni. Non c’Ŕ dubbio che sarebbe difficile, se non impossibile, sostenere con argomentazioni serie che i paesi “poveri” del mondo, nei quali vive la maggioranza della popolazione mondiale, come l’India o il Mozambico, non abbiano il diritto di crescere economicamente per affrancarsi dalla povertÓ, ma altrettanto difficile risulta giustificare il fatto che i paesi “ricchi” giÓ oggi consumano gran parte delle risorse mettendo a rischio la sostenibilitÓ futura dell’esistenza sul pianeta. Del resto, se Ŕ vero che nei paesi occidentali la crescita economica registrata nel secolo precedente ha sensibilmente migliorato l’esistenza materiale della popolazione, recenti studi condotti a livello mondiale mostrerebbero come l’aumento della ricchezza prodotta non abbia aumentato la felicitÓ delle persone. Detto in altri termini, mentre da alcuni decenni la ricchezza di alcune societÓ ha continuato a crescere, i loro abitanti non sono affatto diventati pi¨ felici, anzi, sperimenterebbero una decrescita della felicitÓ. A partire da fenomeni evidenti come il degrado ambientale e il malessere sociale, il Forum del Terzo Settore della Provincia di Pordenone ha avviato la discussione sulle caratteristiche di un diverso modello di sviluppo, di una nuova prospettiva economica e sociale nata dal movimento che in questi anni, su questi stessi temi, si Ŕ sviluppato a livello internazionale portando alla costituzione in Italia di una e vera e propria Rete per la Decrescita: źLa decrescita Ŕ innanzitutto uno slogan. Uno slogan per indicare la necessitÓ e l’urgenza di una inversione di tendenza rispetto al modello dominante dello sviluppo e della crescita illimitati. Una inversione di tendenza che si rende necessaria per il semplice motivo che l’attuale modello di sviluppo Ŕ ecologicamente insostenibile, ingiusto ed incompatibile con il mantenimento della pace. Esso inoltre porta con sÚ, anche all’interno dei paesi ricchi, perdita di autonomia, alienazione, aumento delle disuguaglianze e dell’insicurezza. La decrescita non Ŕ una ricetta ma semmai un segno, un cartello stradale che indica un nuovo percorso. Un percorso che ci conduce verso un nuovo immaginario, un nuovo orizzonte. ╚ l’orizzonte di un’altra economia: pacifica, sostenibile e conviviale, in altre parole felice╗.

Seguendo le azioni previste dal progetto regionale "Oltre la crescita - percorsi innovativi per lo sviluppo sostenibile glocale", presentato dall’associazione e-labora, sono state quindi realizzate, nel corso del secondo semestre del 2005, una serie di iniziative pubbliche di dibattito e di approfondimento che hanno coinvolto, insieme ad esperti di livello nazionale, molte realtÓ regionali e locali del mondo economico, politico, sociale e culturale. Un sentito ringraziamento va rivolto a tutti coloro che hanno contribuito, in modi diversi, ad alimentare il dibattito partecipando alle discussioni o anche fornendoci suggerimenti e consigli.

Eliano Fregonese

Pordenone, aprile 2006

ResponsabilitÓ sociale (...)

Progettazione e valutazione

Ricerche

Formazione

Promozione culturale

RAPPORTO ATTIVITA’

Conferenze

Bilanci sociali e di genere

box Archivio di tutti gli articoli

cerca nel sito

torna su torna su | mappa Mappa del sito | key AREA RISERVATA | Accessibilità | Personalizza A | A | A | xhtml | css

2007 e-labora. Reti di ContaminAzione SocioEconomiche. | sito sviluppato con SPIP | da CLAPS | AMMINISTRAZIONE | webmaster